Perù – Un viaggio per un amore senza frontiere

Spread the love

Un lungo viaggio, emozionante ed avventuroso, che vi
porterà dalla cima delle Ande in Perù all’incontro con le tartarughe giganti delle Galapagos, per finire poi sulle spiagge incontaminate di Los Roques in Venezuela.

Pronti? Chiudete gli occhi ed iniziate a viaggiare con me

Partenza da Milano – Lima
Destinazione Lima, capitale del Perù, denominata “La
ciudad de los Reyes” (La città dei Re). In questa prima tappa ci fermeremo qui solo per la notte.

Lima – Paraca – Ica
La mattina di buon ora si parte per Ica, la “guida del buon viaggiatore”
consiglierebbe una visita alla Riserva Nazionale di Paracas, alla scoperta di
leoni marini, nutrie e pinguini… ma noi ignoriamo la letteratura e puntiamo dritti al nostro unico obbiettivo: SAND BOARDING!!

Ica – Nazca
Il viaggio prosegue alla scoperta delle famosissime
linee di Nazca, uno dei maggiori enigmi archeologici del mondo che da secoli interessa e interroga i più famosi studiosi. Sorvoleremo il deserto alla scoperta di quello che da molti è stato definito: “Il ricamo degli dei”; Dichiarata Patrimonio dell’UNESCO dal 1994.

Nazca – Arequipa
Conosciuta come la Città Bianca per i suoi meravigliosi muri bianchi in sillar, una pietra di origine vulcanica, Arequipa è adagiata sulle pendici dei maestosi vulcani Chachani e Misti e del ghiacciaio Pichu Pichu.
Dichiarata Patrimonio dall’UNESCO nell’anno 2000, nel suo centro si possono ammirare i templi e le casone coloniali in stile barocco meticcio.
L’irresistibile gastronomia di Arequipa è il perfetto complemento della visita!

Arequipa – Colca Canyon – Puno
Si parte per due giorni alla scoperta della Colca Valley.
Questa valle ha un’estensione di 100 km di ampiezza dove il punto più alto raggiunge i 6288 mt, mentre il più basso i 970 mt! L’intera valle riserva mille meraviglie: profondi canyon, terrazzamenti Inca, antichi villaggi e per
finire a Cruz del Condor, dove i più fortunati possono ammirare il decollo di questo bellissimo rapace…

Puno – Lago Titicaca
Situato tra Bolivia e Perù il lago Titicaca è il più alto lago navigabile del mondo, però le sue meraviglie sono altrove.
Tra i riflessi scintillanti delle sue acque si riflettono antiche chiese coloniali in rovina ed i sorrisi di una gente allegra.

Cuzco
Il nostro viaggio prosegue alla volta di Cuzco, antica capitale dell’Impero Inca e considerata capitale storica del Perù. Dichiarata Patrimonio dall’UNESCO nel 1983 è sicuramente una delle destinazioni più importanti del paese.
Tra le sue strade, poliedriche e animate, si possono scoprire edifici di costruzione incaica insieme a edifici coloniali di stile barocco andino.
Questa magica città possiede anche un’eccitante vita notturna fatta di caffè, ristoranti e bar per tutti i gusti.

Machu Picchu / Inca Trail
Da qui ci aspettano i giorni più faticosi, intensi ed emozionanti del viaggio. 43 km a piedi per raggiungere Machu Pichu. Indiscutibilmente il modo più emozionante per raggiungere la città perduta degli inca, è a piedi, usando lo stesso cammino utilizzato da questo popolo più di mezzo millennio fa. Quattro giorni di faticosa marcia tra saliscendi
sulle montagne, giri tortuosi fatti di pietre, scale e gallerie, che ci porterà dalla gola del fiume Urubamba (2.350 mt), alle cime delle Ande (4.200 mt). Il tutto condiviso con un gruppo di altri temerari, che come noi hanno deciso di vivere in compagnia questa esperienza ai confini con il mistico.

Aguas Calientes – Cuzco
Dopo quattro giorni di duro trekking, ci concederemo due giorni di (meritato) riposo ad Aguas Calientes, piccolo villaggio annidato nella profonda valle sottostante Machu Pichu. Qui recupereremo le forze godendoci le rilassanti acque termali che raggiungono quasi i 30°C.

Cuzco – Lima – Quito (Ecuador)
Rientro a Lima per proseguire il nostro viaggio verso le Galapagos

Il nostro viaggio prosegue alla volta delle isole Galapagos, situate a
970 Km dalla costa dell’Ecuador, rappresentano uno degli ultimi
paradisi del nostro pianeta.
In nessun altro luogo della Terra ci si può trovare tanto vicino alla fauna selvatica, ma non aspettatevi di vedere animali strani, a parte
recentissimi casi, non esistono bestie a metà tra pinguini e tartarughe, e neppure grandi mammiferi con pinne da squalo.
L’aspetto davvero caratteristico delle isole è questo: gli animali che le abitano agiscono come se gli esseri umani non fossero altro che
fastidiosi paparazzi.

Dall’isola di San Cristobal ad Española
Dall’isola di San Cristobal ha inizio la nostra avventura marittima,
da qui salpleremo alla scoperta dell’arcipelago Ecuadoregno. La
motonave che ci ospiterà, la celeberrima Night & Day Glory dotata
di tutti i comfort, è seconda la mondo solo alla Morning Glory!

La prima tappa è l’isola Española, di certo una
delle più splendide e selvagge. Ospita due tra le specie date per estinte negli anni ’70: i fichi d’india e le tartarughe giganti.

Isola Fernandina
La nostra navigazione prosegue verso l’isola di Fernandina, il
Giurassic Park delle Galapagos, dove vivono migliaia di
maestose e letargiche iguane marine che si possono osservare
mentre si crogiolano al sole sulle nere formazioni di lava
consolidata. Uno spettacolo che ricorda il diorama di un museo
dedicato ai dinosauri.

Isola Isabela
La nostra splendida motonave ci porterà poi all’isola di Isabella dove
troveremo le gigantesche tartarughe che, alle pendici dei vulcani
ancora attivi, competono per il cibo con gruppetti di tenaci caprette
selvatiche, sotto lo sguardo imperturbabile di splendi uccelli e
nell’indifferenza dei goffi ma simpatici pinguini.

Dopo tanto girare tra animali selvatici e natura selvaggia,
ci sposteremo nella confortevole civiltà dell’isola di Santa
Cruz, ad ammirare i maldestri e rumorosi esseri umani
che competono per un hamburger di McDonald’s e una
maglietta dell’Hard Rock Galapagos… cercheremo rifugio
alla Stazione Scientifica Charles Darwin dove prevale il
sano principio dello studio e della conservazione di
questo impareggiabile paradiso.

Guyaquil (Ecuador) – Lima (Perù) – Caracas (Venezuela)
Giusto perché ne sentivamo la mancanza, rientriamo a Lima per proseguire il nostro viaggio verso Caracas e isole Los Roches.

Infine, il meritato riposo…
Los Roques sono un vero paradiso naturale al largo del Venezuela, fatto di
piccole isole di sabbia bianchissima, circondate da un mare turchese.
Ci faremo cullare dal rumore delle onde e lasceremo librare i nostri cuori…
… senza frontiere.